io e mio fratello

Io e mio fratello (Film 2023)

Amicizia e amori ritrovati

Io e mio fratello è una produzione cinematografica diretta da Luca Lucini in collaborazione con Marta e Ilaria Storti. Brillante commedia romantica, narra la storia di un complicato rapporto tra una sorella e un fratello che ne hanno passate davvero di tutti i colori prima di ritrovarsi finalmente di nuovo fianco a fianco. 

Conflitto economico, faida familiare e ritorno nei luoghi d’infanzia sono elementi che sembrano ricordare molto da vicino Mine vaganti del celebre Ferzan Özpetek, e in effetti Io e mio fratello per certi versi vi somiglia anche se per altri se ne discosta. Il principale punto d’accordo è che siamo di fronte a una commedia geniale, scritta con agilità e misura, qualità che la rendono particolarmente gradevole. 

I protagonisti sono tre: Sofia, sorella di Mauro, con il quale i rapporti sono incrinati già da svariati anni, esattamente dalla morte del padre, e Michela, donna per certi versi contesa tra i due fratelli nemici e rivali in amore. 

Quando Sofia, che nel frattempo si è trasferita da un periferico paesino calabrese a Milano dove si barcamena tra sporadici lavoretti, viene a conoscenza del fatto che Michela, sua ex amica di infanzia con cui ha avuto uno speciale rapporto, si sposerà con Mauro, decide di partire alla volta della sua casa calabrese per ostacolare questo fantomatico matrimonio in cui non crede affatto. 

Ad accoglierla trova non solo il fratello, che da molto tempo non le parla più, ma anche la madre che la considera una buona a nulla e che non ha mai del tutto accettato la sua volontà di trasferirsi altrove, fregandosene della gestione dell’azienda vinicola di famiglia.

In Calabria, insomma, Sofia si sente un pesce for d’acqua: la vita di campagna del piccolo paesino le sta decisamente stretta, motivo per cui immagina di aver commesso un errore a precipitarsi di nuovo fin lì dove, tra l’altro, non è affatto la benvenuta. L’unica persona che la fa sentire a casa è sua zia Tecla, un personaggio alquanto divertente che però la metterà anche nei guai poiché le chiederà a più riprese il suo appoggio per frequentare giovani uomini attraverso app di incontri online. 

Dopo un primo momento di incertezza iniziale, Sofia si convince di star facendo la cosa giusta quando il suo sguardo incrocia quello di Michela e rivede in lei i sentimenti di un tempo. Inizia così una serie di vicissitudini fatte di incontri, fraintendimenti e colpi di scena che rendono la trama alquanto ingarbugliata, ma allo stesso tempo davvero fluida per lo spettatore. 

io e mio fratello

Sentimenti come l’amore e l’amicizia regnano sovrani in questa pellicola: il rapporto tra i due fratelli subirà un bel po’ di alti e bassi, eppure alla fine tutto tornerà a posto, paradossalmente proprio grazie a Michela, la donna-pedina, amica e amante dei due. 

Il film vanta un cast estremamente composito con nomi molto affermati come Nino Frassica nel ruolo del vignaiolo Bernardo, oppure Teresa Mannino che interpreta Zia Tecla, a fianco di giovani esordienti alle loro prime esperienze cinematografiche, ma già largamente conosciuti sul web per altre ragioni (è il caso ad esempio di Greta Ferro, modella e influencer).

La bravura di Lucini riesce a far sì che il suddetto cast lavori come un organismo perfetto, incastrandosi al pari di un puzzle, regalandoci una produzione dal carattere leggero ma stimolante, attraverso una storia che dimostra quanto in fondo sia importante il valore dell’amicizia non solo in senso assoluto, ma anche in un ambito più circoscritto, come può esserlo il rapporto tra una sorella e un fratello in cui, per più di una ragione, sussistono incomprensioni di cui non si è mai parlato davvero.

Saranno proprio le mirabolanti avventure tra i tre protagonisti, sullo sfondo di uno splendido borghetto calabrese in cui ogni cosa sa di estate, a chiarificare emozioni alla base di relazioni di primaria importanza. 


Next Audiolibri

Alcune foto presenti sul sito provengono, salvo dove diversamente specificato, da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se la pubblicazione non fosse ritenuta consentita, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a cc@nextaudiolibri.com: l’immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell’autore, laddove non presente.
Anteprima esclusiva - Podcast, Audiolibri, News

Iscriviti alla nostra newsletter

Condividi questo contenuto
Partecipa alla discussione